Stazione Leopolda: tutto pronto per Buy Tuscany 2017

Una preview degli allestimenti di Buy Tuscany 2017 alla Stazione Leopolda di Firenze
Una preview degli allestimenti di Buy Tuscany 2017 alla Stazione Leopolda di Firenze
Print pagePDF pageEmail page

Si apre oggi alle 15.30 con Sharing Tuscany, seminario di approfondimento sui principali trend del turismo internazionale, l’edizione 2017 di Buy Tuscany: il workshop B2B organizzato ogni anno in autunno da Toscana Promozione Turistica e nato per favorire l’incontro tra l’offerta toscana e  il trade internazionale.

142 i buyer internazionali – provenienti da circa 40 paesi – che domani, 10 ottobre, incontreranno alla Stazione Leopolda di Firenze, 112 seller toscani per un’agenda fitta di incontri di business. Ma una prima sezione di contrattazioni si avrà anche oggi, a margine di Sharing Tuscany, tra i nostri operatori e 31 buyer italiani: è la prima volta che Buy Tuscany crea crea una sezione B2B per la contrattazione esclusiva con i buyer del nostro Paese. Segno di appeal, quello della destinazione Toscana, forte anche quando si gioca in “casa”.

In preparazione al workshop di domani, i buyer internazionali di Buy Tuscany hanno avuto modo, come da tradizione, di testare con mano gli alti standard e la grande varietà dell’offerta turistica toscana grazie ad un 11 tour che, nel fine settimana, li hanno portati su tutto il territorio regionale. Due i tour dedicati al settore Lusso, che hanno toccato la Maremma e i più bei Wine Resort della Toscana; un tour è stato dedicato al Wedding, mentre altri 8 ai vari segmenti della cosiddetta offerta Leisure. In questi casi i programmi hanno portato i partecipanti sul territorio fiorentino, su quello di Prato e nel pistoiese. Dal Monte Amiata alla Francigena, invece si sono sviluppati i 4 tour dedicati all’Outdoor, mentre sulla costa toscana si è mosso il gruppo del tour Gourmet. Infine un apposito tour è stato dedicato al cicloturismo.

Tornando alla giornata di oggi, il tema che animerà l’edizione 2017 di Sharing Tuscany è particolarmente caldo: Data Science e turismo: obiettivo sostenibilità. E focus del seminario: uno studio su Firenze per trovare soluzioni di sostenibilità applicando la scienza dei dati all’analisi delle tracce digitali dei flussi turistici così da contrastare il fenomeno del cosiddetto overtourism. Ossia quel fenomeno con cui si descrivono le destinazioni in cui i residenti o gli ospiti ritengono che ci siano troppi visitatori e che la qualità della vita e della stessa esperienza turistica rischino un deterioramento inaccettabile. Per saperne di più -> Programma Sharing Tuscany 2017

Redazione
About Redazione 182 Articoli

TPT Magazine è il periodico di informazione dell’Agenzia regionale Toscana Promozione Turistica. Nato nel 2016 è TPT Magazine è una testata che si rivolge, principalmente, al trade turistico sia italiano che internazionale con aggiornamenti sui trend e le principali novità riguardanti il settore turismo e la promozione turistica in Toscana. TPT Magazine è a cura del settore IT & Comunicazione di Toscana Promozione Turistica.