Turismo: riflettori europei per il Consorzio Volterratur

Dopo i progetti regionali Love me in Tuscany (wedding), Wine Architecture, La Via Francigena Toscana e il progetto Valdichina Living e BTO – Buy Tourism Online, il Consorzio Volterratur è la quinta Good Practice presentata dalla Toscana nell'ambito del progetto BRAND Tour

Vola nelle Fiandre Orientali il Consorzio Volterratur, scelto dalla Regione Toscana e da Toscana Promozione Turistica come buona pratica sul tema della “diversificazione dei prodotti e dei servizi turistici per fornire pacchetti più personalizzati” che sarà al centro del prossimo meeting del progetto europeo BrandTour. Progetto che ha come obiettivo il miglioramento della capacità di sviluppare il turismo attraverso la promozione, l’innovazione e la diversificazione dell’offerta. Ma anche l’implementazione degli strumenti di policy necessari a sviluppare nuovi prodotti turistici personalizzati che possano soddisfare target emergenti e favorire i flussi turistici inbound verso l’Unione Europea.


Nato nel 1994, con l’adesione di 60 aziende e degli Enti Locali della Val di Cecina, fino ad allora coinvolta solo marginalmente dai flussi turistici, con l’obiettivo di unire risorse ed energie per la promozione del territorio. Negli anni il Consorzio è riuscito ad intercettare finanziamenti europei e regionali per 2,4 milioni €, che impiegati in azioni promozionali forti e integrate hanno creato un’identità territoriale e contribuito allo sviluppo di un’economia turistica i cui dati parlano chiaro e che passano anche dalla creazione, nel 2007, dell’Agenzia di Viaggi e Tour Operator “Emozioni Toscane” per la gestione dell’incoming e la cui attività si è recentemente estesa, con successo, anche all’outgoing.


Dalle 96 mila presenze del 1992 il territorio interessato dall’attività del Consorzio Volterratur è arrivato, così, a registrarne oltre 281 mila nel 2017. L’offerta a Volterra è salita a 3.044 posti letto, contro i 1.000 del 1992. E se nel 1994 i contatti dell’Ufficio Informazioni erano 15 mila oggi siamo arrivati a 200 mila unità l’anno. Come se non bastasse, il fatturato dell’attività svolta da “Emozioni Toscane” è passato dai 69 mila € del 2007 ai 165 mila del 2017. Infine, se fino al 2005 non esistevano proposte di visite, escursioni e attività sul territorio; nel 2017 sono state vendute ben 150 escursioni con oltre 4 mila partecipanti.


Dopo i progetti regionali Love me in Tuscany (wedding), Wine Architecture, La Via Francigena Toscana, il progetto Valdichina Living e BTO – Buy Tourism Online, il Consorzio Volterratur è la quinta Good Practice presentata dalla Toscana nell'ambito del progetto BRAND Tour che, oltre alla Toscana, rappresentata dalla Regione (capofila) e dall’Agenzia Toscana Promozione Turistica, ha come partner: la Regione di Creta (HE), il Ministero dell’Economia della Lettonia (LV), il Consiglio economico di East-Flanders (BE), il Tavolo per il turismo di South-Limburg (NL) e l’Agenzia per il turismo della Regione Isole Baleari.