Turismo: torna a Siena il WTE – World Tourism Event for Unesco Cities and Sites

Torna per il secondo anno consecutivo a Siena, dal 28 al 30 settembre, il World Tourism Event for Unesco cities and sites, il Salone mondiale del Turismo delle città e siti Patrimonio
Unesco la cui edizione 2018 è stata presentata oggi a Firenze.  Ad ospitarla sarà, ancora una volta, il Complesso museale di Santa Maria della Scala, che metterà a disposizione i suoi ambienti monumentali.

Il WTE diventerà, insomma, parte integrante del percorso di visita del museo. Sarà, infatti, la suggestiva sala del Pellegrinaio, con il suo splendido ciclo di affreschi del Quattrocento senese, diario di vita quotidiana dell’epoca, insieme alle altre sale affrescate a fare da cornice all’area espositiva del Salone, mentre ambienti attigui opportunamente attrezzati ospiteranno gli incontri in programma. La bellezza dei siti Unesco sposa la ricchezza di uno dei musei più importanti della città toscana, che per i tre giorni del WTE resterà aperto gratuitamente al pubblico.

Organizzato da M&C Marketing Consulting con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, del MIBAC, dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco,
della Regione Toscana, di Toscana Promozione Turistica, del Comune di Siena, di Confindustria Toscana Sud e con il supporto di Enit, il Salone intende essere non solo un momento di promozione delle città e dei siti patrimonio dell’Umanità, ma anche occasione di riflessione e confronto sulle tematiche legate allo sviluppo di un turismo sostenibile, che preservi il patrimonio culturale locale e ne faccia, in maniera responsabile, il volano di sviluppo del territorio.

Il programma della kermesse prevede – secondo un format ormai consolidato- una parte nella quale il pubblico potrà ammirare e conoscere i numerosi siti Unesco presenti e avere tutte le informazioni per organizzare un viaggio da sogno e un’altra di approfondimento, con incontri e seminari rivolti ad un pubblico esperto e agli operatori.

Tra le novità dell’edizione 2018 la presenza, per la prima volta della Nuova Caledonia, che proprio quest’anno festeggia i dieci anni del riconoscimento della sua laguna – 15mila km quadrati di acque cristalline, fondali marini tra i più belli del mondo e spiagge da sogno – a patrimonio dell’Umanità Unesco.  Oltre ad avere informazioni e pacchetti speciali per un soggiorno indimenticabile, il pubblico e gli operatori avranno l’opportunità di conoscere la grande bellezza della Nuova Caledonia nell’ambito dell’incontro “La laguna della Nuova Caledonia: patrimonio dell’umanità per bellezza e paradiso di biodiversità” (Sabato 29, Sala Sant’Ansano, ore 15,30).

Nella giornata di apertura del salone – venerdì 28 settembre – è previsto anche un workshop b2b, al quale parteciperanno oltre 60 tour operator italiani e stranieri, che nei giorni della
kermesse avranno poi l’opportunità di visitare il territorio di Siena e della Toscana.

Ma il WTE Unesco sarà anche l’occasione per fare un viaggio ideale nello spazio e nel tempo tra i siti Unesco di casa nostra, grazie anche al ricco programma di incontri e approfondimenti.
“Porte, Torri e Fortezze: il Patrimonio di Firenze” sarà il titolo del convegno a cura dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco e Associazione MUSE (venerdì 28 settembre, ore 12,30 – Sala Sant’Ansano), mentre, sempre venerdì, nel pomeriggio, si terrà la presentazione de “La Penisola della Bellezza”, il libro scritto dall’Ing. Claudio Ricci (ore 15,30) e a seguire l’incontro “Il Patrimonio ritrovato: il recupero di un’identità perduta” a cura del Comune di Cerveteri (Sala Sant’Ansano).

Sabato 29, spazio a “Le Memorie del Mondo, i Luoghi dell’Anima: il ruolo delle autonomie locali nella valorizzazione del patrimonio culturale. Presentazione degli Itinerari Culturali e dei Siti UNESCO della Città Metropolitana di Napoli e Napoli Capitale – i Siti Reali”, a cura della Città Metropolitana di Napoli (ore 11,00 – Sala Sant’Ansano). Alle ore 14,00, invece, si parlerà di “Imprenditorialità creativa nei Siti Unesco WCH e sviluppo dei paesaggi culturali” con Paola Dameri, Monica Bruzzone, Tatiana Kirova, Roberto Garelli, che racconteranno l’esperienza del Master in imprenditorialità per i Beni Culturali dell’Università di Genova. A chiudere, sempre sabato, alle 16,30, sarà l’incontro organizzato dal Comune di Tivoli su “Il Distretto Turistico: un modello alternativo di sviluppo” (Sala Sant’Ansano).

Dall’anno scorso, il Salone ha, inoltre, aperto i suoi spazi anche ai club Unesco e alle candidature inserite nella Tentative list che intendano partecipare al dibattito.

Redazione
About Redazione 299 Articoli
TPT Magazine è il periodico di informazione dell'Agenzia regionale Toscana Promozione Turistica. Nato nel 2016 è TPT Magazine è una testata che si rivolge, principalmente, al trade turistico sia italiano che internazionale con aggiornamenti sui trend e le principali novità riguardanti il settore turismo e la promozione turistica in Toscana. TPT Magazine è a cura del settore IT & Comunicazione di Toscana Promozione Turistica.