Promozione 2018, Peruzzini: “Per essere competitivi, dobbiamo raccontare una Toscana innovativa”

Un momento della presentazione di Alberto Peruzzini al Museo del Tessuto di Prato.
Un momento della presentazione di Alberto Peruzzini al Museo del Tessuto di Prato.

«La nostra mission è quella di arrivare ad avere un segmento turistico per ogni motivazione di viaggio. Perché più la vacanza è tailor made più aumenta la competitività di una destinazione. Ed ecco, allora, che per scrivere le strategie di promozione turistica per il 2018 siamo partiti dallo spirito del  Libro Verde del Turismo in Toscana. Un documento dalla concezione europea: è un libro di impegni, di raccomandazioni. E l’impegno più forte è certamente quello di gettare le basi per un nuovo patto, di un accordo di condivisione degli impegni tra i Comuni e la Regione Toscana». Così Alberto Peruzzini, direttore di Toscana Promozione Turistica, che in occasione della presentazione del Libro Verde del Turismo in Toscana al Museo del Tessuto di Prato ha illustrato al pubblico le strategie di promozione turistica per il 2018.

Strategie, quelle illustrate dal direttore dell’Agenzia regionale nata ormai quasi due anni fa, che partono dalla consapevolezza che il Brand della Toscana è oggi uno dei più forti al mondo in campo turistico – la Toscana è l’11° regione in Europa per presenze – e che, in quanto tale, rappresenta un’opportunità di spinta per tutti i territori. E’ quindi fondamentale lavorare insieme per crescere insieme.

«Per osservare, assaporare, incontrare la Toscana non esiste un solo modo – ha sottolineato Peruzzini nel suo intervento -. Dobbiamo essere capaci di farlo da prospettive sempre diverse, con la capacità di cogliere ogni dettaglio. Dal profilo del campanile di Giotto a quello della chiesa di San Nicola a Capraia, luogo bellissimo e poco conosciuto, ma che invece avrebbe tantissime storie da raccontare». «La forza della Toscana – ha aggiunto il direttore di Toscana Promozione Turisticaè la forza di chi riesce a regalare un’emozione, a raccontare storie che sfuggono dallo stereotipo e da quello che è il comune immaginario collettivo; storie che parlano di luoghi poco conosciuti, ma di grandissimo fascino; storie autentiche».

Punto di partenza delle strategie di promozione turistica per il 2018, oltre al Libro Verde, anche Destinazione Toscana 2020, il documento strategico operativo di promozione di riferimento, da cui discendono le 6 leve strategiche con cui far crescere, in modo sostenibile e consapevole, il turismo regionale. Dal rinnovato impianto normativo del settore, alla conoscenza delle nuove motivazioni di viaggio con cui l’offerta turistica deve dialogare, non per dare semplicemente delle risposte, ma per riuscire anche a prevedere e giocare d’anticipo; dal valore della capacità di accoglienza come segno distintivo – è statisticamente il primo elemento qualitativo per un’esperienza turistica positiva – alla necessità di rafforzare le identità dei singoli territori. Necessità che passa anche da nuove forme di narrazione, arricchite di elementi emozionali e autentici, e dalla forza attrattiva di una smart destination sviluppata su tutti i canali online.

76 le iniziative promozionali previste per il 2018, per un investimento totale di 8.5 milioni di euro.Tra gli eventi più importanti per il 2018: DUCO, il workshop del segmento lusso che si terrà a Firenze dal 12 al 13 marzo 2018; l’Adventure Travel World Summit in programma a Montecatini dal 15 al 18 ottobre e che porterà in Toscana 750 dei principali operatori internazionali di settore. Per arrivare allo Shopping Tourism Forum di novembre e, poi, gli eventi culturali per il Turismo e i progetti integrati per il territorio che mettano insieme più tipologie di offerta così da creare un mix vincente.

Il tutto per dare una risposta completa e rendere concrete le potenzialità di un territorio che, per vocazione e capacità di adattamento ai nuovi mercati, è in grado di rispondere in modo sempre efficace alla domanda del mercato turistico: dal patrimonio culturale ai Borghi; dai cammini, che grazie al lavoro fatto sulla Via Francigena hanno avviato trend importanti anche per altri percorsi, al turismo in bici. Segmento, quest’ultimo, in cui la Toscana ha un appeal sempre più forte, per arrivare all’enogastronomia con il prossimo anno che sarà l’Anno del cibo italiano nel mondo.

Il 2018 sarà così l’anno in cui la Toscana lavorerà per tracciare nuovi itinerari per nuove opportunità di sviluppo. Creando una narrazione e un’offerta sempre più orientata alla dimensione emozionale e esperienziale. «Per il futuro – ha spiegato Peruzzini – l’attenzione è rivolta a natura e ambiente con un trend crescente di domanda che sceglie di trascorrere le vacanze nell’anima verde della Toscana e dell’Italia; un maggior stile esplorativo dei clienti che si concretizza in ricerca di “esperienze” ed è mosso da una maggior motivazione culturale, dove con “cultura” di intende anche la scoperta di un’identità, tradizioni locali, riti e storia di piccole realtà rurali». «Per essere competitivi – ha concluso Peruzzini – dobbiamo raccontare una Toscana innovativa».

Dal punto di vista dei mercati di riferimento, l’attività di Toscana Promozione Turistica si rivolgerà ai mercati consolidati, Germania e Stati Uniti in testa; a quelli emergenti, definizione ampia dietro la quale si celano tutti quei mercati che si stanno affacciando per la prima volta ai viaggi internazionali, come le aree del Far East. Ma l’Agenzia tornerà a lavorare anche sul Brasile, che dopo anni è tornato a crescere, e sull’Australia. Infine, l’Agenzia lavorerà al consolidamento del mercato interno che, nel 2017, è tornato a crescere in maniera importante dopo anni di difficoltà.

Redazione
About Redazione 278 Articoli
TPT Magazine è il periodico di informazione dell'Agenzia regionale Toscana Promozione Turistica. Nato nel 2016 è TPT Magazine è una testata che si rivolge, principalmente, al trade turistico sia italiano che internazionale con aggiornamenti sui trend e le principali novità riguardanti il settore turismo e la promozione turistica in Toscana. TPT Magazine è a cura del settore IT & Comunicazione di Toscana Promozione Turistica.