“Lido sostenibile 2021”: i vincitori del Concorso

Concorso “Lido sostenibile 2021”: il “Bagno Arizona” di Viareggio è la
struttura vincitrice del contest che ha come obiettivo la valorizzazione delle buone
pratiche di eco-compatibilità, sostenibilità e accessibilità dei lidi toscani.

Al secondo posto si è classificato “Il Boschetto” di Follonica, medaglia di bronzo a “La Bonaccia” di Forte dei Marmi.

Oltre 40 i parametri analizzati da Vivilitalia, partner tecnico dell’iniziativa

 

Firenze, 9 agosto 2021. E’ il “Bagno Arizona” di Viareggio il lido più sostenibile della Toscana. E’ questa infatti la struttura che ha risposto al meglio ai parametri richiesti dal regolamento del concorso “Lido Sostenibile 2021” rivolto agli operatori balneari toscani, al fine di valorizzare le buone pratiche di eco-compatibilità adottate per tutelare l’ambiente, promuovere il territorio e la sua offerta culturale, naturalistica ed enogastronomica e favorire l’accessibilità.

Al secondo posto si è classificato invece “Il Boschetto” di Follonica, mentre la medaglia di bronzo spetta a “La Bonaccia” di Forte dei Marmi. Rispettivamente le strutture riceveranno forniture di stoviglie eco-compatibili del valore di 2.000, 1.500 e 1.000 euro. Il vero risultato alla fine è la consapevolezza che gli operatori balneari toscani sono sempre più attenti ad inserire criteri di eco-compatibilità nella loro gestione quotidiana.

Oltre 40 i parametri analizzati da Vivilitalia, partner tecnico dell’iniziativa, per tracciare la classifica finale. Tra questi un’attenta raccolta differenziata nella gestione interna e per favorire quella degli ospiti, il plastic free non solo per le stoviglie, ma erogando bibite alla spina e favorendo la ricarica di borracce; recupero delle acque per i servizi igienici e l’irrigazione; attenzione al risparmio energetico e alla auto-produzione energetica da fonti rinnovabili o l’acquisto di energia verde; uso di prodotti eco-compatibili e biodegradabili per la pulizia; arredi eco-compatibili.

Accanto ad un’altissima attenzione verso i criteri più stretti di sostenibilità ambientale, le strutture che si sono candidate al contest hanno dimostrato una particolare attenzione anche ai temi dell’accessibilità: passerelle, posti auto riservati, toilette attrezzate per arrivare alla dotazione di strumenti di ausilio per entrare in acqua e lettini rialzati.

Stretto anche il legame con il territorio che si manifesta attraverso la valorizzazione nei loro menù delle produzioni agroalimentari territoriali e dei piatti della tradizione con prodotti a km0 nonché’ un’attenzione alle produzioni certificate dop, igt, doc territoriali, ponendo attenzione anche alle intolleranze alimentari.

Importante anche la rete con le realtà locali per la promozione di siti di interesse culturale e naturalistico e la realizzazione di iniziative di educazione e sensibilizzazione ambientale fino ad arrivare a veri e propri interventi di tutela e conservazione realizzate in collaborazione con le associazioni locali.

Tra oltre 800 candidati invitati a partecipare al concorso dagli organizzatori, grazie anche al coinvolgimento delle associazioni di categoria, hanno preso parte alle selezioni finali 25 operatori balneari, che con lo scarto di pochi punti gli uni dagli altri, hanno dimostrato il loro impegno in azioni volte a ridurre l’impatto ambientale contribuendo in modo attivo alla tutela della costa e del mare, stabilendo un legame con il territorio in cui operano, diventando così un importante riferimento per la sua promozione e valorizzazione. Tutte azioni che si inseriscono in un più ampio progetto di sostenibilità turistica per raggiungere l’obiettivo di un sistema virtuoso di livello internazionale, per la riorganizzazione dell’offerta secondo gli obiettivi dell’Agenda definita dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile.

Il Concorso “Lido Sostenibile 2021” rientra nell’ambito del progetto “Toscana Plastic Free” nato grazie al protocollo d’intesa – siglato a dicembre del 2019 – tra Consiglio regionale e Toscana Promozione Turistica, in collaborazione con Vivilitalia, che si sta sviluppando attraverso le campagne di sensibilizzazione e informazione sulla sostenibilità promosse dalla Regione. Le azioni di promozione del progetto “Toscana Plastic Free” abbracciano un’ampia platea di interlocutori, sono orientate alla riduzione e al riciclo della plastica nell’ambiente e riguardano le scuole, le comunità locali, gli stabilimenti balneari e i turisti per qualificare la destinazione Toscana come sostenibile attraverso buone pratiche green.