Ecosistemi Digitali: parte da Firenze lo sviluppo digitale del Turismo

Ecosistemi Digitali 2016 – Firenze, Fortezza da Basso, 2 dicembre 2016

La prima edizione di Ecosistemi Digitali si è svolta alla Fortezza da Basso di Firenze il 2 dicembre 2016. Tre i temi chiave che hanno animato l’evento promosso dal Ministero dei Beni Culturali e Turismo, Ministero allo Sviluppo Economico e Regioni italiane, e sviluppato assieme alla Regione Toscana e a Toscana Promozione Turistica e progettato da Laborplay, start-up innovativa e spin-off dell’Università degli Studi di Firenze che opera nel campo della gamification dei processi organizzativi: Da Digitale a Ecosistemi turistici digitali; Big Data e intelligenza artificiale e Co-creazione della strategia di promozione turistica digitale.

Tre temi che hanno fatto capo, rispettivamente, a Rodolfo Baggio, coordinatore dell’area Sistemi Informativi e Tecnologie di Comunicazione dell’Università Bocconi; Euro Beinat, professore di Geoinformatica dell’Università di Salisburgo e Pierluigi Sacco, professore di Economia della Cultura alla IULM. A loro il compito di guidare i lavori dei 10 tavoli di confronto che dalle 10 alle 13 hanno visto impegnati oltre 120 esperti provenienti da tutta Italia con l’obiettivo di: definire un impegno comune per lo sviluppo della digitalizzazione nella promozione turistica della Destinazione Italia, elaborare le progettualità e definire le azioni per l’attuazione del Piano Strategico di Sviluppo del Turismo 2017-2022 sui temi del turismo digitale. Ecosistemi Digitali, infatti, si colloca in un preciso percorso che vede impegnati Mibact e Mise, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano nella definizione e nel primo avviamento del Piano Strategico di Sviluppo del Turismo 2017-2022 per lo sviluppo degli strumenti e le infrastrutture digitali per il turismo in Italia.

L’evento si è articolato in due sessioni. Quella mattutina, ad invito, introdotta dagli interventi di Francesco Palumbo, Direttore Generale del turismo del Mibact, Alessio Beltrame, Caposegreteria del Sottosegretario di Stato del Mise con delega alle Comunicazioni, e Roberta Milano, Direttore Marketing Digitale di ENIT e ha visto il coinvolgimento degli esperti suddivisi in 10 tavoli di lavoro; mentre quella pomeridiana, aperta al pubblico, è stata l’occasione per presentare i risultati dei tavoli e illustrare i primi step attuativi del Piano Strategico di Sviluppo del Turismo 2017-2022 con particolare riferimento alla digitalizzazione della promozione turistica della Destinazione Italia.

Tra gli interventi del pomeriggio, oltre a quelli di Baggio, Beinat e Sacco che hanno presentato i primi risultati dei tavoli di lavoro, quelli di: Antonello Giacomelli, Sottosegretario allo Sviluppo Economico con delega alle Comunicazioni; Fabio Maria Lazzerini, Consigliere ENIT, che ha illustrato La strategia digitale per la destinazione Italia; Marco Bani, responsabile della segreteria tecnica dell’Agenzia per l’Italia Digitale (AGID) che è intervenuto sul tema Dal cittadino al turista: un nuovo design dei servizi per una maggior semplicità ed efficienza e Giovanni Lolli,  Vicepresidente regione Abruzzo e coordinatore della Commissione Turismo e Industria Alberghiera della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, che ha parlato del ruolo delle Regioni per il turismo digitale. Mentre le conclusioni saranno state affidate a Dorina Bianchi, Sottosegretario di Stato del Mibact. Ha aperto la sessione pomeridiana: Stefano Ciuoffo, Assessore alle Attività produttive e  Turismo della Regione Toscana.

I COORDINATORI

Rodolfo Baggio

Rodolfo Baggio

Coordinatore dell’area Sistemi Informativi e Tecnologie di Comunicazione dell’Università Bocconi

Euro Beinat

Euro Beinat

Professore di Geoinformatica dell’Università di Salisburgo

Pierluigi Sacco

Pierluigi Sacco

Professore di Economia della Cultura alla IULM